Di nuovo i vecchi concorsi (da associato e da ordinario)

Postiamo un’ altra notizia “rivoluzionaria” del ministero Mussi (notizia inviata dall’ANDU – Associazione Nazionale Docenti Universitari).

Con il decreto “milleproroghe” di fine anno sono stati sbloccati i concorsi da professore associato e ordinario, sulla base della normativa ante-riforma Moratti.

La riforma Moratti era una timida riforma dei concorsi, bloccata con la promessa di una nuova legge più progressista. Invece il Governo ha sbloccato i concorsi con la vecchia legge Berlinguer quella criticata per il nepotismo, il localismo, l’inaffidabilità, ecc…

Mussi va dicendo ai quattro venti che ci sono troppi ordinari e associati e pochi ricercatori.

Bene, la conseguenza è lo sblocco dal 1 gennaio 2008 dei concorsi per ordinari e associati e invece ancora il palo per la riforma dei concorsi per ricercatore (non ancora applicabile).

Leggi il seguito del post per la storia completa …

Nel suo mandato finora Mussi non ha incrementato effettivamente il reclutamento dei ricercatori (i concorsi fatti e previsti sono in linea con quanto bandito dal suo predecessore), la sua riforma dei concorsi a ricercatore è ancora inapplicata e comunque dal 1 Gennaio 2008 le facoltà saranno di nuovo autorizzate a fare passaggi di ruolo (mascherati da concorsi) con la vecchia legge e non saranno quindi incentivate a reclutare forze giovani nel vasto serbatoio del precariato.

Promettono una nuova riforma dei concorsi per associato e ordinario, ma perché fare riforme se si prorogano le leggi ante-moratti e si da la possibilità alle università di continuare con la politica attuata finora?

Si spera che i girnalisti del Sole 24 Ore leggano con attenzione quanto accade al Miur e dedichino un bell’articolo a queste rivoluzioni mussiane…. (visto che finora sono stati pronti a fare da grancassa a ogni stormir di foglia venisse dal Ministero).

Ecco la notizia e i rifermenti legislativi:

ANDU – Associazione Nazionale Docenti Universitari

DI NUOVO I VECCHI CONCORSI

Dopo avere distribuito poche risorse per posti aggiuntivi a ricercatore da
bandire con le vecchie regole, il Governo, con il decreto-legge
“milleproroghe” approvato il 28 dicembre 2007, ha sbloccato per il 2008 i
concorsi a ordinario e ad associato, ‘ripristinando’ le vecchie regole
della legge Berlinguer (nota 1). E questo, come dichiarato dal ministro
Fabio Mussi, in attesa della ‘nuova’ legge sui concorsi in discussione alla
Camera (nota 2), che lascia intatta la divisione della docenza
universitaria in tre ruoli (non distinguendo tra reclutamento e
progressione di carriera), introduce la ‘libera docenza a termine’ (gestita
dai gruppi dominanti nazionalmente) e salvaguarda la cooptazione locale.
Per un Ministro che si vanta di fare la “rivoluzione” (nota 3) e’ proprio
un bel risultato.

29 dicembre 2007

– Nota 1. Dal decreto-legge “milleproroghe” approvato dal Consiglio dei
Ministri del 28 dicembre 2007. Testo ‘ricavato’ da
http://www.cittadinolex.kataweb.it/article_view.jsp?idArt=78175&idCat=54

” Sezione V – (Universita’) – Art. 15 -(Disposizioni in materia di
universita’)
1. Gli effetti dell’articolo 5, del decreto-legge 7 aprile 2004, n. 97,
convertito, con modificazioni, dalla legge 4 giugno 2004, n. 143, già
prorogati al 31 dicembre 2007 dall’articolo 1, del decreto-legge 28
dicembre 2006, n. 300, convertito, con modificazioni, dalla legge 26
febbraio 2007, n. 17, sono ulteriormente differiti fino all’adozione del
piano programmatico previsto dalla legge finanziaria per il 2008.
2. In attesa della definizione ed attuazione della disciplina delle
procedure di reclutamento dei professori universitari di prima e seconda
fascia, fino al 31 dicembre 2008 continuano ad applicarsi, relativamente a
tale reclutamento, le disposizioni della legge 3 luglio 1998, n. 210 e del
decreto del Presidente della Repubblica 23 marzo 2000, n. 117, fermo
restando quanto previsto dall’articolo 1, comma 2-bis, del decreto legge 31
gennaio 2005, n. 7, convertito dalla legge 31 marzo 2005 n. 43 (v. sotto,
ndr); gli organi accademici delle Universita’, nell’ambito delle rispettive
competenze, possono indire, entro il 30 giugno 2008, le relative procedure
di valutazione comparativa.”

Articolo 1, comma 2-bis, del decreto legge 31 gennaio 2005, n. 7,
convertito dalla legge 31 marzo 2005 n. 43:
“2-bis. In attesa del riordino delle procedure di reclutamento dei
professori universitari, per le procedure di valutazione comparativa
relative alla copertura di posti di professore ordinario e associato, di
cui alla legge 3 luglio 1998, n. 210, bandite successivamente alla data del
15 maggio 2005, la proposta della commissione giudicatrice e’ limitata ad
un solo idoneo per ogni posto bandito, individuato nel candidato giudicato
più meritevole”.

– Nota 2. V. la “Bozza di sintesi delle proposte di legge c.1969 e c.2446
in materia di reclutamento dei professori universitari sulla base dei
principi indicati dal relatore (on. Volpini, ndr)”:
http://www.unionprof.it/doc/Unionprof_ddl_concorsi.pdf

– Nota 3. V. la recente intervista del ministro Fabio Mussi all’Espresso:
http://espresso.repubblica.it/dettaglio//1916647

==========================
= per ricevere notizie dall’ANDU: inviare una e-mail ad anduesec@tin.it con
oggetto “notizie ANDU”
= per non ricevere piu’ notizie dall’ANDU: inviare una e-mail ad
anduesec@tin.it con oggetto “rimuovi”
= per leggere i documenti dell’ANDU:
http://www.bur.it/sezioni/sez_andu.php
oppure
http://www.orizzontescuola.it/orizzonte/modules.php?name=News&file=categorie
s&op=newindex&catid=66
= per iscriversi all’ANDU: http://www.bur.it/sezioni/moduliandu.rtf
== I documenti dell’ANDU sono inviati al Ministero, ai Parlamentari, ai
Presidi, ai Rettori, a circa 14.000 Professori, Ricercatori, Assistenti,
Dottori e Dottorandi di ricerca, Studenti e agli Organi di informazione.

Annunci

10 Responses to Di nuovo i vecchi concorsi (da associato e da ordinario)

  1. Ferrer ha detto:

    Aspettiamo un aggiornamento della lettera dell’On. Tocci con integrazioni riguardanti il decreto milleproroghe.

  2. Precario incazzato ha detto:

    Ecco un altro tassello alla politica eugenetista del governo e del ministro nei riguardi dei precari.

    Nessuna chance perché ci saranno solo avanzamenti di carriwera da qui a giugno e poi qualche centinaio di concorsi con le vecchie regole….

    Proprio un grande governo tutto volto alla innovazione al ricambio generazionale e alla modernizzazione del paese!

  3. dama ha detto:

    sul bellissimo articolo del times del 22 dicembre si parla di una classe politica italiana caratterizzata dal “selfperpetuating”… mi sembra la parola giusta per descrivere l’operato del nostro ministro sul futuro delle università ma soprattutto per descrivere i nostri professori e il loro attaccamento alla sedia… altro che ricambio generazionale, il loro obiettivo è continuare ad autoperpetuarsi!!!

  4. Rino Gaetano ha detto:

    Se si legge bene la nota 3 ovvero la proposta el relatore Volpini è in atto un tentativo di far passare unalegge di riforma dei concorsi che bypassa anche il regolamento per i concorsi straordinari da ricercatore che così non verrebbe mai attuato.

    Comunque per me rimarrà la vecchia legge Berlinguer per associati e ordinari mentre per i ricercatori non si sa bene cosa accadrà.

    Certo che se accade questo tutti i colleghi dottorandi e dottori i ricerca, che virtuosamente si sono opposti alle stabilizzazioni, e hanno aspettato un anno e mezzo il nuovo reclutamento per ricercatori rimarranno con un bel pugno di mosche….

    Si ho proprio l’impressione che il nuovo regolamento non sarà mai attuato…..

  5. […] nuovo concorso da ricercatore forse non vedrà mai la luce A seguito della notizia del decreto di fine anno che sblocca  concorsi universitari fino alla totale riforma dei concorsi […]

  6. Ilaria Stambelli ha detto:

    Una buona occasione per i “figli di…” di progredire in carriera, magari puntando sulla loro cronica incapacità di pubblicare (si veda concorso a ricercatore con candiato unico, senza pubblicazioni, avvenuto ad Agosto 2004 a Salerno e ampiamente pubblicizzato, dopo tre anni, dalla stampa locale, ma non da quella nazionale). Il vincitore è risultato essere il figlio del rettore magnifico. Non si capisce ancora perché alle prove gli altri 5 candidati non si sono presentati. Avevano forse paura di vincere “facile”?

    In bocca al lupo, allora, a tutti i “figli di …” che, con un numero sparuto di pubblicazioni, hanno pressanti necessità di progredire in carriera.

  7. Ilaria Stambelli ha detto:

    Una buona occasione per i “figli di…” di progredire in carriera, magari puntando sulla loro cronica incapacità di pubblicare (si veda concorso a ricercatore con candiato unico, senza pubblicazioni, avvenuto ad Agosto 2004 a Salerno e ampiamente pubblicizzato, dopo tre anni, dalla stampa locale, ma non da quella nazionale). Il vincitore è risultato essere il figlio del rettore magnifico. Non si capisce ancora perché alle prove gli altri 5 candidati non si sono presentati. Avevano forse paura di vincere “facile”?

    In bocca al lupo, allora, a tutti i “figli di …” che, con un numero sparuto di pubblicazioni, hanno pressanti necessità di progredire in carriera.

  8. Osserva ha detto:

    Per la cronaca, l’ennesima esperienza di vita precaria.. http://www.corriereasia.com/_var/news/DWYIRTN-IFMXXKJ-CPZ.shtml

  9. santinelli ha detto:

    Purtroppo, la ricerca non si fa in Italia e nemmeno la didattica seria…….pertanto tutti sono idonei a fare il prof (associato o ordinario). Chi ha i titoli (attestati da un elevato impact factor) e le capacità cerca di lavorare in un ambiente diverso dalle istituzioni universitarie. Questo bisogna comunicarlo subito a tutti i ricercatori, non c’è nessuna speranza di cambiamento per una intera generazione. Potranno passare solo quei pochi (figli, parenti, cognati, o amanti) e per tutti gli altri anche se nettamente più capaci non ci sono strade. Ma veramente credete che un concorso porta avanti i migliori? Un concorso serve solo a legittimare una illegalità in nome della repubblica italiana, Noi conosciamo bene i nomi e cognomi dei vari personaggi ma nonostante le tante denuncie niente è cambiato. Bisogna selezionare su parametri obiettivi (Impact factor) per decidere quale ricercatore è il migliore, ma questo non conviene a nessuno se non a quei pochi che lo possiedono.

  10. la capra ha detto:

    andiamoci piano con l’impact factor… che tanto “obiettivo” non lo è

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: