Notizie: i presidenti, i Prin e i tempi determinati….

A conclusione del Consiglio dei Ministri, che ha varato provvedimenti in materia fiscale ed economica che a quanto ci è dato sapere, non toccano direttamente Università e Ricerca, circolano i nomi dei prossimi presidenti delle commissioni cultura di Camera e Senato.

Nel frattempo i precari dell’Università di Torino promuovono un tavolo di confronto con l’Ateneo sulla base di un ampio documento per la regolamentazione delle forme di lavoro parasubordinato mentre l’Ateneo messinese pubblica sul sito il proprio regolamento istitutivo della figura del ricercatore a tempo determinato. Regolamento che contiene alcune importanti indicazioni.

Le ultime notizie relative ai PRIN ne danno quasi conclusa la fase di valutazione. A Firenze, infine, si discute di precariato a partire dai pensieri e dalle riflessioni di un nostro collega del CNR.

A detta di Repubblica, se alla Camera il presidente della commissione cultura è Valentina Aprea (qui il sito ufficiale), già sottosegretaria del Ministro Moratti con delega alla scuola, per il Senato sarà presidente il prof. Giuseppe Valditara, ordinario di Istituzioni di Diritto Romano a Torino (ecco il sito ufficiale). Politico che i frequentatori del blog conoscono grazie alla serie di incontri di discussione del programma organizzati da un gruppo di precari di chimica, Roma “la Sapienza” e reso “celebre” durante la discussione della precedente finanziaria del governo Prodi per l’emendamento a favore dell’aumento delle borse di dottorato. Qui il resoconto dell’incontro alla Sapienza con le risposte di Valditara alle domande dei nostri colleghi romani, resoconto che troviamo in prima pagina sullo stesso sito del Senatore.

Al di là dei giudizi che si possono fare sulle linee politiche sull’Università espresse dall’esponente di AN, quella di Valdita è certamente una nomina significativa. Dato l’incarico, e considerata la scarsa competenza del Ministro Gelmini – che pure conserva la delega all’Università – e l’incognita “Pizza”, non dubitiamo che il presidente Valditara potrà esercitare una notevole influenza sulle linee programmatiche del governo.

Più rilevante è invece la nuova piattaforma rivendicativa dei ricercatori precari dell’Università di Torino che sarà a breve approvata in assemblea e che vedrà la richiesta di un tavolo con l’Ateneo: scarica la piattaforma_torino (in pdf). In un prossimo post la discuteremo più approfonditamente. La piattaforma propone una forma contrattuale unica a tempo determinato così da garantire alcuni diritti essenziali da riconoscere ai lavoratori precari dell’Ateneo. 

Ancora, è possibile leggere e discutere il regolamento dei ricercatori a tempo determinato approvato all’Università di Messina di cui abbiamo dato notizia in un post precedente. Il regolamento contiene alcune importanti acquisizioni:

a. l’equiparazione della nuova figura al ricercatore confermato a tempo indeterminato (con conseguenti diritti riguardo alla rappresentanza e alla gestione dei fondi)

b. la modalità di reclutamento per titoli e seminario pubblico.

Ovviamente, questa nuova figura non sostituisce le altre forme di impiego precarie per la docenza e la ricerca nell’Ateneo. E’ importante in tal senso ricordare che la Legge Moratti, legge dello Stato, prevede l’istituzione di due figure di docenti/ricercatori triennali che sostituiscono gli attuali ricercatori a tempo indeterminato. Questa linea d’indirizzo potrebbe quindi diventare nei nostri Atenei la modalità prevalente di reclutamento (a tempo determianto) dei ricercatori se attuata dal nuovo governo, presumibilmente lasciando intatto il ricorso a tutte le altre forme contrattuali parasubordinate.

Lascio al dibattito le considerazioni in materia, rimando solo al testo della Legge scaricabile dal nostro wiki

Segnalo, anche, un articolo recente del Sole24Ore (totalizzazione, in Pdf) che illustra alcune delle modifiche previste dal precedente governo relative alle norme sul lavoro parasubordinato, la previdenza, il riscatto della laurea. In particolare, sono importanti le note  sulle totalizzazioni – che vedono esclusi i lavoratori che versano in Gestione Separata (praticamente tutti i precari dell’Università e gli Enti di Ricerca) – e quelle sul riscatto di laurea che diventa oggi più semplice.

Ma fatevi ben consigliare prima di riscattare la vostra laurea, non sempre il riscatto “gratuito” (per quelli senza reddito o reddito troppo basso) conviene: un simile riscatto vi permette di andare in pensione prima ma senza alcun versamento per gli anni corrispondenti e quindi con un netto più basso di pensione(ovviamente, se mai riuscirete a raggiungere i contributi necessari). Meglio aspettare un contratto TD almeno triennale o l’assunzione… Meraviglie delle politiche contro la precarietà!!!

Altra notizia che arriva è invece relativa ai PRIN, finanziamenti con i quali molti di noi sopravvivono. Ad oggi l’istruttoria di valutazione è completa al 95% e la pubblicazione dei risultati dovrebbe quindi essere pronta per metà giugno.

Infine, segnaliamo un’iniziativa di dibattito sulla precarietà nel mondo dell’Università e della Ricerca: Martedì 27 maggio alle ore 16,00 presso la Camera del Lavoro di Firenze, Borgo dei Greci, 3 verrà presentato il libro “Ricerca precaria”. Storia di precariato nella ricerca italiana di David Lognoli, ricercatore CNR. L’iniziativa è organizzata dalla FLC-Toscana.

 

Annunci

5 Responses to Notizie: i presidenti, i Prin e i tempi determinati….

  1. ciccio ha detto:

    Al responsabile del blog, un commento di servizio: ritengo che il blog pubblicato contenga troppi argomenti, con la conseguenza di non dare importanza a nessuno di questi, quando ognuno meriterebbe una pubblicazione separata.
    Capisco che si tratta di un ‘telegiornale’ ma spero i singoli argomenti si possano sviluppare nei prossimi blog. Saluti.

  2. arioprecario ha detto:

    Caro ciccio

    hai perfettamente ragione, ma anche l’amministratore ha necessità di contenere i tempi del proprio impegno. Approfondire veramente tutte le questioni è veramente difficile con le disponibilità attuali. Vediamo in questi giorni se riusciamo a fare post ad hoc per ognuno degli argomenti…
    ciao

  3. oronzo ha detto:

    La notizia sul PRIN non è malvagia.

  4. la capra ha detto:

    Dal CUN

    Nel corso di un incontro avuto con il neo Ministro dell’ Istruzione, dell’Università e della Ricerca, On.le Mariastella Gelmini, il Presidente Lenzi ha illustrato il lavoro fin qui svolto dal Consiglio Universitario Nazionale.
    Il Presidente dà notizia che tra i primi provvedimenti, che il Governo prenderà in esame, vi sarà:
    – quello concernente il rifinanziamento degli attuali organi di valutazione del sistema
    universitario (in attesa dell’avvio dell’ANVUR);
    – la messa a disposizione per i concorsi a ricercatore della seconda tranche di
    finanziamento pari a 40 milioni di euro.

    […]

    1.3 Rivalutazione delle borse di dottorato
    Il rappresentante dei dottorandi al CUN ha informato l’Aula, su richiesta del Presidente, dell’incontro avuto con la dirigenza ministeriale che ha comunicato come sia imminente l’emanazione del decreto ministeriale di revisione degli importi minimi delle borse per i dottorandi che dovrebbe essere fissato in circa 1.040 euro a decorrere dal gennaio 2008.

    http://www.cun.it/Documenti/InFormaCUN/2008/InFormaCUN_2008_05_20_023.pdf

  5. la capra ha detto:

    nuovo aggiornamento:

    “La Commissione della Camera sarà presieduta da Valentina Aprea, già sottosegretario all’epoca del ministro Moratti, mentre quella del Senato sarà diretta da Guido Possa, vice-ministro all’Istruzione sempre nello stesso periodo.”

    Non più Valditara, quindi…..
    http://www.flcgil.it/notizie/rassegna_stampa/2008/maggio/tecnica_della_scuola_commissioni_parlamentari_aprea_alla_camera_possa_al_senato

    Mi sa proprio che l’Università e la Ricerca non rientrano tra gli interessi di questo governo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: