Il Governo taglia il Fondo dell’Università, taglia i posti da ricercatore …ma promette 450 milioni di euro per ripianare il buco del comune di Catania

Tremonti ha tagliato il Fondo di Finanziamento Ordinario, i posti da ricercatori  sono pochissimi…c’è il blocco delle assunzioni e quindi anche se si vincono i concorsi non si prende servizio….

però

Berlusconi promette 450 milioni di euro per Catania….scarica notizia

Con 450 milioni di euro si fanno circa 11000 nuovi ricercatori cofinanziati  in tutt’Italia.

Cosa aspettano gli strutturati a lanciare il blocco delle didattica e delle tesi di laurea?

Annunci

25 Responses to Il Governo taglia il Fondo dell’Università, taglia i posti da ricercatore …ma promette 450 milioni di euro per ripianare il buco del comune di Catania

  1. Precox ha detto:

    Le proporzioni sono molto peggiori.

    In realta’ se 20 milioni di euro cofinanziati vogliono dire 1000 nuovi posti da ricercatore anche togliendo il cofinanziamento si arriva a 40 milioni per 1000 posti ovvero 11000 posti per 450 milioni di euro……..

    Che tristezza

  2. LucaS ha detto:

    Non facciamoci sorprendere con analisi criticabili però: il 450 milioni al comune di Catania sono una tantum, i 20 per i ricercatori diventeranno un capitolo di spesa fisso tutti gli anni.

    Off topic: ma il governo regala soldi solo alle amministrazioni amiche? La regione lazio deve ancora ricevere 5 miliardi di euro (IRPEF regionale che il governo avrebbe dovuto girare da tempo alla regione) e nell’attesa è stato necessario reintrodurre i ticket.

  3. caro pisacane

    se ti piace il governo super centrale…
    questi sono i risultati…

    mussi tempo salvo un’università (mi sembra urbino)… alitalia tutti la conosciamo… l’abbiamo pagata e strapagata… ed è tuttora un cesso…

    morale della favola
    i soliti furbi la fanno sempre franca….

    è l’ora di buttare a mare qualche furbetto come è successo per Lehman Brothers…

  4. s.poppi ha detto:

    Aggiungiamoci anche i 300.000.000 € del prestito ponte alitalia…

  5. Pisacane ha detto:

    per luca S

    Purtroppo non è scontato che i soldi straordinari diverranno un capitolo di spesa …hai capito tu i soldi 2008 che fine hanno fatto?

    e quelli 2009?

    Mi pare che il Miur sia l’ultimo pensiero della Gelmini pure il sito internet Miur viene aggiornato a rilento…

  6. Gio ha detto:

    Ministro Vito: Lsu Palermo, 165 milioni di euro per la stabilizzazione

    Testo completo da stampare

    11 Giugno 2008

    “Per la stabilizzazione degli Lsu di Palermo questo Governo ha già provveduto a reintegrare le risorse per il triennio 2008-2010 per 55 milioni di euro per ciascuno degli anni 2008, 2009, 2010 con un decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 5 giugno 2008”. È quanto ha dichiarato il ministro per i Rapporti con il Parlamento, on. Elio Vito, rispondendo all’’interrogazione presentata dall’on. Siragusa.

    “In particolare – ha puntualizzato il ministro – il Governo si è attivato per trovare una tempestiva soluzione accogliendo le istanze della popolazione e dello stesso sindaco di Palermo, on. Cammarata, per la stabilizzazione dei lavoratori socialmente utili in carico al Comune”.

    “Quello degli Lsu palermitani – ha concluso il ministro Vito – è un problema all’attenzione del Governo il quale ha ritenuto doveroso valutare con sensibilità l’intera problematica trattandosi di un tema di rilevanza sociale”.

  7. Pasquale ha detto:

    siamo alle solite con i bananas

  8. Luca ha detto:

    Ma dove sono i fondi straordinari 2008?

    NOVITA’?

  9. Einfach ha detto:

    MA come si può fare discorsi seri, di merito, di sviluppo, con questi mentecatti che coprono di milioni i comuni che si sono divorati tutti, e poi sentirsi dire che non ci sono i soldi, che siamo dentro una casta, che, dopo il bengodi, è arrivato il momento di delle lacrime e sangue?
    Non accettiamo più i soliti discorsi da pezzenti: più soldi, più controlli ex post, responsabilità anche per chi seleziona i ricercatori, in pensione a 65 anni per gli ordinari e associati.
    Ma partiamo dai SOLDI, senza facciamo solo ridere.

  10. Valerio ha detto:

    alla domanda dove sono i strutturati non e’ facile rispondere..
    in alcune universita’ la gente se e’ mobilitata..
    in altre non si fa nulla..
    penso dipenda anche dalla bandiera del rettore,
    cmq non scandalizziamoci se i nostri capi non si adoperano per noi
    ricordiamoci che la crui, che incarnava i pensieri della stragrande maggioranza dei professori universitari, e’ stata sempre contro alla stabilizzazione..
    riguardo al taglio dei fondi anche li non mi sembra che i professori siano particolarmente preoccupati, per molti vuole dire avere una scusa per non fare ricerca.. ovviamente non e’ una situazione generalizzata, ma in alcune facolta, guardiamoci in faccia, i professori non fanno una cippa mediamente se non le lezioni e il loro ‘secondo lavoro’..

  11. Rino ha detto:

    Non lasciamoli continuare i soliti discorsi su nuovo reclutamento, ecc.
    I soldi ci sono se non li dessero agli amici (degli amici).
    SPUTTANIAMOLI sui SOLDI.

  12. ertansin@hotmail.it ha detto:

    Noi intanto, come cretini, siamo l’unica categoria che non sciopera.
    Blocchiamo ESAMI e TESI e vedrete che casino succede.

  13. Einfach ha detto:

    Blocchiamo tutto e chiediamo SOLDI per i concorsi (puliti). E in culo l’Alitalia e il comune di Catania in crisi.

  14. France ha detto:

    STATALI: BRUNETTA, NON HO RITIRATO EMENDAMENTO SU PRECARI

    (AGI) – Roma,2 ott. – Il ministro della Funzione pubblica, Renato
    Brunetta, ha dichiarato di “non aver ritirato l’emendamento sui precari
    nella pubblica amministrazione” . “Entro sessanta giorni dall’entrata in
    vigore della 1441 – ha detto il ministro nel corso della trasmissione
    ‘Faccia a faccia’ su Radio3 – voglio avere una anagrafe precisa di tutti
    i precari presenti nella pubblica amministrazione e poi regolarmi di
    conseguenza” . Secondo Brunetta “la pubblica amministrazione ha sopperito
    con contratti a termine il blocco del turnover, in questo modo pero’ si
    e’ formato uno stock di contratti a termine. Ma – ha proseguito –
    bisogna ricordare che nella pubblica amministrazione si entra per
    concorso”. Quindi, ha spiegato Brunetta, a breve “sara’ fatta una sorta
    di anagrafe dei contratti a termine per sapere quanti precari ci sono,
    con quali meccanismi sono entrati, e l’esatta composizione degli
    organici delle amministrazioni. Sulla base di questa anagrafe,
    bisognera’ fare una scelta. In attesa – ha concluso Brunetta – ho
    prorogato i contratti a termine fino al 30 giugno dell’anno prossimo”.

  15. France ha detto:

    Leggete bene: proroga dei contratti a termine fino a Giugno dell’anno prossimo. Fine della protesta. Se ne riparla l’anno prossimo.

  16. Paolo ha detto:

    l’anagrafe era una richiesta dei precari, no? Eccola servita. Ora ci sarà da divertirsi..

  17. Carlo Pisacane ha detto:

    L’anagrafe ache per i ricercatori e i docenti universitari!

  18. Carlo ha detto:

    Cari amici,
    mi rifaccio vivo per diffondere l’appello degli stabilizzandi degli enti di ricerca. Mi pare che l’iniziativa (anche se non riguarda la maggior parte di noi) meriti di essere sostenuta: firmiamola tutti!

    “L’Osservatorio sulla Ricerca su proposta di un gruppo di “stabilizzandi” siè reso disponibile a raccogliere, divulgare e promuovere un appello al Capo dello Stato perché si adoperi per sostenere una battaglia che ci pare di straordinaria importanza. La raccolta di firme riguarda ovviamente TUTTI quanti sono sensibili al problema di un Paese che intende evolvere e non fermarsi e regredire. Per sottoscrivere: http://www.osservatorio-ricerca.it.
    Cordialmente
    Osservatorio sulla Ricerca”.

  19. cattivo.maestro ha detto:

    Sono favorevole all’anagrafe dei ricercatori precari universitari.
    Anche per far emergere figure irregolari create ad hoc dalle singole università…

  20. France ha detto:

    Fumo negli occhi. Il messaggio e’:”Per ora contentino, domani concorsino.” Va bene che Brunetta e’ basso, ma cosi’ si tocca il fondo…

  21. merlin0 ha detto:

    agli strutturati va bene così, si divertono troppo a organizzare i concorsi

  22. […] nel proporre riforme, non tagli indiscriminati. Ovviamente sono numerose le proteste per i tagli: precari, studenti, rettori,  aquis, e un lungo elenco di singoli rettori, da Bergamo a […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: