Nessuna traccia del DM sulla valutazione dei titoli e delle pubblicazioni

Seppure con ritardo, il MIUR e’ riuscito a partorire il DM sulla formazione delle commissioni d’esame, e quindi i concorsi da associato e ordinario possono ripartire. Per i concorsi a ricercatore, quelli di cui ci sarebbe piu’ bisogno e per i quali c’e’ un reclutamento straordinario in stallo dal 2007, serve invece ancora un altro DM che stabilisca i criteri per la valutazione di titoli e pubblicazioni, e di questo A QUASI 3 mesi dalla deadline che il Governo stesso si era data, non c’e’ traccia. Politica e organi di informazione tacciono, mentre la Ministra non manca di ripetere ad ogni occasione che lei ha “attivato 4000 posti da ricercatore”… E cosi’ mentre il MIUR si dedica a pianificare (per il futuro prossimo) l’estinzione per legge dei precari tramite ddl, l’ultima spiaggia dei concorsi “magnificamente riformati” si allontana giorno dopo giorno…

Annunci

116 Responses to Nessuna traccia del DM sulla valutazione dei titoli e delle pubblicazioni

  1. Pasquale ha detto:

    ricordo che nella I tornata 2008 sono stati banditi anche 252 posti di ricercatore, non solo quelli di associato e ordinario. Putropppo però sono bloccati come gli altri perché mancano ancora le date dei sorteggi.

  2. Ettore ha detto:

    Miriam,

    il limite dei 5 anni è così inerentemente discriminatorio che non c’è neppure da starne a discutere.

    Piuttosto, mi indigna che lo stato italiano (cioè noi) paghi chissà che stipendi a questi incapaci assoluti per scrivere leggi con tali evidenti strafalcioni. Questa una istigazione all’evasione fiscale!

  3. Giordano Bruno ha detto:

    Alcuni dicono che la bozza del ddl è una bufala.

    Lo spero…però ad oggi in mailing list ANDU non è passata alcuna smentita.

    Personalmente non ritengo sia una bufala ma una bozza scritta da ordinari vicini al ministero.

    Lo dico perché contiene alcune idee tipo tutto il potere ai dipartimenti che girano da qualche mese fra le alte sfere…

    Ci sono più indizi nella bozza che mi fanno pensare che non sia una bufala e che sia stata fatta girare ad arte per sondare il terreno.

  4. Pasquale ha detto:

    attenzione a pensare che sia semplicemente una bufala. E’ tipico di questo governo spararla grossa, poi fare una piccola retromarcia, e infine ribadire la sparata quando l’opinione pubblica si è già assuefatta alla cosa. Ma naturalmente qualche avvocato dirà che sono ideologizzato…

  5. insorgere ha detto:

    sia come sia, del ddl discutiamone quando sarà giunto al CDM (secondo voci autorevoli non dovrebber arrivarci prima di metà maggio).

    LA QUESTIONE CHIAVE ORA E’ IL DM SUI CRITERI.

  6. France ha detto:

    Pasquale, mi va bene tutto, e’ una bozza, e’ provvisorio, e’ da rifinire… Pero’ e’ un insulto alla lingua italiana e all’uso del correttore di Windows prima ancora che alla logica e alla coerenza. La mi’ figliola di 4 anni se si applica produce di meglio con la chat di Skype

  7. alieno ha detto:

    fioi se no fasemo un fià de casìn no cambiarà mai un caso, o voio capir o no!!

  8. France ha detto:

    Ti te ga’ rason, alieno.
    Miriam, evvedi che son tutti discorsi sul vuoto spinto? Pensiamo al DM e lasciamo perdere le cazzate..

  9. France ha detto:

    Ti te ga’ rason, alieno.
    Miriam, evvedi che son tutti discorsi sul vuoto spinto? Pensiamo al DM e lasciamo perdere le cazzate..

  10. Marcus ha detto:

    La foto della Gelmini, però, è conturbante… Non so cosa le farei…

  11. bartlindon ha detto:

    Bella topa!

  12. Miriam ha detto:

    Altro che la Carfagna, eh?

  13. carbonaro ha detto:

    d’altra parte…è il motivo per cui l’hanno messa a fare quello che fa: la ministra/donna ideale del centro destra: bocca cucita, non capisce un c…., aspetto piacente

  14. Ettore ha detto:

    Piacente????

  15. Marcus ha detto:

    Com’è facile constatare la ministra suscita sempre valutazioni divergenti, se non proprio di segno opposto… Mi riferivo, ovviamente, ai suoi provvedimenti…

  16. France ha detto:

    Una voce poco fa mi ha detto che in sostanza al MIUR devono “trovare un provvedimento legislativo dove inserire il DM sulla valutazione”.
    ??????
    Alla domanda:”Ma come mai la questione non si e’ posta per l’altro DM, quello sulle commissioni?” risposta evasiva:”Eh, non so, bisognerebbe chiedere a Masia… Comunque e’ questione di poche settimane (sic!)”.
    Mi sembra sempre piu’ di essere trattato come Giangastone de’ Medici…

  17. marcello ha detto:

    Come Pasquale, evidenzio anch’io che ci sono 252 concorsi da ricercatore già espletabili (1°sessione 2008), come quelli da ordinario e da associato.

    Non sarebbe pertanto opportuno sollecitare anche la fissazione delle date delle elezioni/sorteggi per la 1°sessione 2008?

  18. unimediapisa ha detto:

    Riguardo al DM sulla formazione delle commissioni avevo scritto un post dal titolo “aspettando godot” su unimediapisa
    http://unimediapisa.wordpress.com/2009/04/07/aspettando-godot/

    Vedo che questo titolo riassume lo Zeitgeist (al di la’ delle mie intenzioni). Anzi, vista l’immagine del post che sto commentando, forse il motto piu’ azzeccato sarebbe “aspettando, godo”
    🙂

    bye

  19. pornoprecario ha detto:

    lo famo un film porno con una simil-gelmini?
    un po’ come han fatto con la sosia della palin….

    c’è qualche giovine precaria disposta a prestarsi? è una giusta causa…

  20. Bombadillo ha detto:

    …bene, ora il post lo abbiamo. Anche se i primi interventi erano ancora sulle fantasie del d.d.l., o su altre questioni non direttametne pertinenti, ora vediamo di concentrarci.

    ..o proprio non ce la fate a fare il gioco del nemico?

    Proposte pratiche per esercitare le poca capacità di pressione che abbiamo e fare uscire prima (foss’anche solo di un giorno) il d.m.?

  21. Bombadillo ha detto:

    ..quasi dimenticavo le fantasie sessuali..anche quelle, però, non pertinenti..

  22. pornoprecario ha detto:

    un porno sulla gelmini farebbe più notizia di tante manifestazioni….

    immagino già la sceneggiatura: orde di nerboruti precari….

  23. Pasquale ha detto:

    insisto che la priorità è sbloccare i 252 concorsi da ricercatore della I tornata. Fatto questo verrà il resto.

  24. France ha detto:

    Allora siccome siete tutti dei pornofili, ora mi dite il nome di una pornostar che somiglia alla Gelmini. Poi io, come presidente APRI, contatto Riccardo Schicchi e gli assicuro pubblicita’ gratutita alla pellicola.
    Titolo?
    “La Ministra col decreto e i precari del didietro”?

  25. CAVE CANEM ha detto:

    “Mary star e i sette precari”

  26. luc ha detto:

    Ma come pretendete che ci prendano sul serio, se non lo facciamo noi stessi? Mi sa che mettere quella foto della gelmini non è stata una buona idea, visto che adesso di tutto si parla tranne che del DM, che resta la nostra priorità.
    @Pasquale
    sappiamo che sei in attesa di poter fare il tuo concorso, ma se non esce il DM non potranno farsi nemmeno i concorsi già banditi, visto che fonti ministeriali sostengono che anche a quelli della I sessione 2008 si applicano le nuove regole.

  27. France ha detto:

    Vabbe’ dai luc, facciamo i seri ma non ci lobotomizziamo.
    Il problema che solleva Pasquale e’ vero, priorita’ nella priorita’. Non creedo sia per quello che non partono gli altri, tuttavia. La pubblicazione del DM e’ secondo me preliminare soprattutto nel senso che quando ci sara’ quello, il gioco si spostera’ tutto sugli atenei. Per ora possono traccheggiare su tutto, elezioni, bandi, perche’ ti possono sempre pagare con un: “Ma se il ministero non chiude la riforrma…”.

  28. lassie ha detto:

    tiè, Monica Roccaforte.

    titolo:
    “La ministra ricerca TORI”

  29. CAVE CANEM ha detto:

    Mitico

  30. alieno ha detto:

    Secondo me ci conviene aspettare ancora un pò magari che facciano un bel decreto legge che dica che tutti i precari dovranno lavorare gratis (e ringraziando di avere un lavoro e di fare ricerca).
    A quel punto ci incontriamo tutti facciamo una bella grigliata sulla spiaggia ed a fine serata ci piangiamo tutti sulle spalle.

  31. marcello ha detto:

    @ luc

    Non posso che confermare quanto detto da Pasquale: sono sbloccati anche i 252 da ricercatore della I sessione.

    Non capisco perchè si continui a ignorarlo: citare fonti ministeriali che riportano l’opinione contraria non significa niente.
    Non tutte le fonti sono attendibili come quella interpellata in precedenza da marco sul DM, anzi possono anche dire cavolate grosse come questa.
    La legge 1/09 è perentoria e chiara (e questo comma è stato scritto così proprio perchè, non cambiando le modalità di svolgimento, non si crea l’interesse ad impugnarla):
    “Nelle procedure di valutazione comparativa per il reclutamento dei ricercatori BANDITE SUCCESSIVAMENTE ALLA DATA DI ENTRATA IN VIGORE DEL PRESENTE DECRETO, la valutazione comparativa e’ effettuata sulla base dei titoli, illustrati e discussi davanti alla commissione, e delle pubblicazioni dei candidati, ivi compresa la tesi di dottorato, utilizzando parametri, riconosciuti anche in ambito internazionale, individuati con apposito decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca, avente natura non regolamentare, da adottare entro 30 giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto, sentito il Consiglio universitario nazionale”.

    Se poi, con tutte le questioni in ballo, si persevera a menarcela dando retta anche a le dice grosse…

  32. lassie ha detto:

    cmq, è notizia di poche ore che all’ultimo consiglio fi facoltà a ingegneria a cagliari hanno bandito 5 posti da ricercatore. non so con quali soldi, non so con quali criteri, ma alcuni se sò rotti il cazzo di aspettare e stanno bandendo uguale.
    fate vobis

  33. Bombadillo ha detto:

    Lessie sei un mito!

    Allora, visto che le vostre idee abbondano come le videoteche nei deserti, ne lancio una io:

    E SE CI RIVOLGESSIMO A STRISCIA LA NOTIZIA, CHIEDENDO DI CONSEGNARE UN TAPIRO ALLA MINISTRA CHE, DA MESI E MESI, NON RIESCE A PRODURRE UN MISERO D.M.?

    Secondo me sarebbe la mossa vincente, perchè se la Ministra gli da una data, quelli poi si fanno il nodo, e comunque, anche se non riescono a consegnare il TAPIRO, lo sputtanamento è equivalente a 100 articoli sul Corsera.

    Presidente, che ne pensi?

  34. France ha detto:

    Ma infatti nessuno gli vieta di bandire, e’ questo il punto. Come nessuno vieta di votare/sorteggiare e arrivare fino al concorso stesso. E’ che tante universita’ si fanno due conti e impegnarsi (perche’ anche se son cofinanziati “alzano” comuqnue il budget) senza avere la certezza che poi i posti vanno a chi di dovere le “scoraggia”….

  35. Paolo ha detto:

    @Bombadillo
    … ma davvero pensi che Striscia la Notizia, il braccio armato di Berlusconi verso gli ignoranti, manderebbe un tapiro alla Gelmini? Dopo che ha mandato SUperBottom a Brunetta?

    … ma mi faccia il piacere!

  36. CAVE CANEM ha detto:

    Proviamo il tapiro.
    Non è detto che striscia non lo faccia

  37. Paolo ha detto:

    … certo, tentar non nuoce

  38. Bombadillo ha detto:

    ..e che è il SuperBottom?

    ..cmq, secondo me in questa operazione Striscia si potrebbe coinvolgere anche Brunetta, nel senso che, magari, il tapiro si potrebbe dare allo stesso Brunetta, perchè cerca i fannulloni della P.A. da tutte le parti, e non si accorge che ce ne una “in casa”.

    Il messaggio dovrebbe essere questo:
    LA GELMINI E’ UNA FANNULLONA CHE NON RIESCE A PRODURRE
    UN MISERO D.M. IN MESI E MESI! CHE FANNO AL MINISTERO, DORMONO INVECE DI LAVORARE?

    ..insomma perchè insistere con la lotta di sumo – quando siamo dei pesi mosca – e non PROVARE con quella di Judo…

    ..hanno creato questo odio contro i dipendenti pubblici fannulloni?..ritorciamolo contro di loro!

  39. Lilly ha detto:

    France, nonostante la tua spiegazione, continuo a non capire, comunque vedo di interpretare: se volevi sapere la mia opinione in proposito mi ero già espressa sfavorevolmente durante il dibattito sulla bozza di ddl non di questo ma di un altro politico, non ha senso non rendere obbligatorio il dottorato per i medici equiparandolo alla specializzazione durante la quale si svolge attività assistenziale e solo se si vuole si può anche fare attività di ricerca ( ma con il tempo che ti impegna l’attività assistenziale durante i 4-6 anni nei quali devi specializzarti è praticamente quasi impossibile), se invece la tua domanda era a vantaggio di chi potrebbe andare questa norma la risposta è ovvia: vuoi mettere un concorsino da ricercatore subito dopo la specializzazione senza farsi nemmeno il dottorato, con noi che dopo dottorato, borse ed assegni stiamo ancora a guardare?
    Riguardo al DM non mi è chiara una cosa, ma è già fatto e tarda ad uscire per alcuni imprecisati motivi o ancora deve essere proprio scritto? Qualcuno ha notizie in proposito?

  40. insorgere ha detto:

    proprio non l’hanno cominciato a scrivere…

  41. France ha detto:

    Lilly
    Appunto per questo dicevo che non ha senso andare a cercare le recondite motivazioni personali dei commentatori, perche’ qualsiasi riforma andra’ a toccare tizio invece che caio, e generalmente tizio dira’ che e’ un oltraggio, caio che e’ cosa buona e giusta. Se ne puo’ fare una colpa? Persino io che non ho progetti di rientro, se non come ricchissimo sfaccendato quando avranno venduto la mia company alla Glaxo e avro’ fatto i miliardi con le stock option, non sono esente dall’avere dei bias.
    Ma smettiamo per favore di parlare di quel ddl. E’ aria fritta, e pure male…

  42. Bombadillo ha detto:

    OPERAZIONE STRISCIA BLOCCATA!

    Cari,
    sono stato appena contattato dal Ministero.

    La buona notizia è che il D.M. esiste (nel senso che ne esiste una bozza).

    La brutta notizia è che la persona che se ne stava occupando è stata discolacata nella zona del terremoto, per far fronte all’emergenza.

    Questo nostro nuovo amico, però, lunedì si recherà dal sostituto – che pare essere una persona molto in gamba, anche se attualmente è oberata di lavoro.. – per tentare di sbloccare l’iter del D.M. (mi ha parlato pure di un intoppo tecnico, che mi pare sensato,e, se ce ne daranno la possibilità, vedremo di dare un nostro contributo a risolverlo).

    La morale?

    Mi pare giusto, anzi essenziale, bloccare l’operazione striscia fino a lunedì: vediamo che succede e, se non succede niente, scendiamo di nuovo sul piede di guerra.

  43. Cristina ha detto:

    @bombardillo
    spero che le news siano vere e profique, anche se l’idea del tapiro inviata alla ministra tramite Brunetta era geniale!

  44. Ettore ha detto:

    E tutto questo per emanare un decreto che dirà che le commissioni possono usare pubblicazioni, IF, dottorato ed assegni?

  45. France ha detto:

    NOOO cazzo! Avevo gia’ Lele Mora e Corona che mi davano il numero delle Veline…

  46. Lilly ha detto:

    Insorgere,pazzesco!
    France, penso che tu non abbia letto i commenti precedenti al mio, perchè se lo avessi fatto, la frase che hai scritto a me in tono polemico la dovevi scrivere a RI, al quale era indirizzato quel mio commento.
    Non vedo perchè non parlare di eventuali disegni di legge dato che le discussioni sul ddl non escludono quelle sul decreto.

  47. lassie ha detto:

    bombadillo, ma chi sei che il Ministero addirittura ti contatta? 🙂

    cmq non ho capito come sia possibile che un tizio che di lavoro si occupa di decreti universitari debba essere dislocato per fare fronte all’emergenza terremoto.
    che fa, tira su muri di cartapesta con le varie bozze di ddl?

  48. Lilly ha detto:

    Almeno la bozza c’è, già è qualcosa.

  49. France ha detto:

    OK, allora parliamo del disegno di legge sul testamento biologico.
    Secondo me alimentazione e idratazione tramite sondino di un paziente in stato vegetativo permente, o qualsiasi condizione in cui si associano una malattia terminale e unio stato di incoscienza irreversibile, sono da considerarsi terapia: questa puo’ essere quindi sospesa ai sensi dell’art32 della Costituzione, su decisione di un tutore legalmente nominato, o in presenza di una volonta’ espressa in una dichiarazione anticipata da parte del paziente stesso.

  50. France ha detto:

    Ma perche’ non parlare del disegno di legge 1756, «Disciplina dei diritti e dei doveri di reciprocità dei conviventi» , col quale si andra’ a NON regolare le unioni civili etero o omo che sia.

  51. lassie ha detto:

    -> France

    io mica sò convinto di quello che sostieni tu.
    secondo il tuo ragionamento, tanto più adesso gli atenei dovrebbero approfittare di questa situazione nella quale non sono chiari i criteri di valutazione dei curricula per bandire in modo da utilizzare la massima discrezionalità nella selezione dei vincitori.
    Per intenderci, ora come ora ci si affida unicamente alla soggettività dei commissari nella valutazione di un curriculum: uno potrebbe pure sostenere che una pubblicazione su una rivista italiana della minchia valga più di una internazionale con peer review… valla poi a contestare al TAR ‘na cosa del genere:nel frattempo il posto cmq se lo so sistemato…

  52. France ha detto:

    lassie
    E secondo te non si son fatti questo conto? Poi pero’ se leggi vedi che senza il DM loro non possono arrivare in fondo, perche’ COME valutare glie lo deve dire quello. Noi si spera che gli dica un po’ piu’ del “Fate un po’ come cazzo vi pare” versione Berlinguer. Senza DM puoi bandire, ma non puoi espletare.

  53. lassie ha detto:

    hmmm…a ver…

    vabbè, torno a farmi le pugnette sul poster di mariastella…

  54. Bombadillo ha detto:

    ..lassie in effetti il problema è quello: molti ateni non bandiscono perchè, magari, potrebbe uscire un D.M. per cui i loro candidati interni, di fatto, non hanno alcuna possibilità, per via di sbarramenti sui titoli et similia, e, chiaramente, ciò che viene bandito oggi verrà esplicato con le regole (del D.M)che ancor non ci sono, e non con quelle vecchie, qualsiasi cosa stia scritto nei bandi.

    Sull’altra questione: due erano le cose che tenevano in piedi l’Aquila, la Corte d’Appello e, soprattuto, l’Università, dunque mi pare opportuno che un “pezzo grosso” del Ministero vi sia stato dislocato.

    Sull’altra questione ancora: delle volte mi meraviglio anche io di quanti risultati stia raggiungendo l’APRI, PARTENDO DA ZERO. E ne sono fiero, anche perchè quello che ha ha iniziato a spaccare la minchia a tutti, su queste pagine, prima per la petizione, e, poi, perchè nascesse una associazione ON-LINE dei precari, sono proprio io.

    Inoltre, nonostante ciò che è stato ventilato da qualcuno su queste pagine, quando iniziavamo ad essere invitati al Senato, e cose così, ribadisco che tutto quello che abbiamo ottenuto, lo abbiamo ottenuto senza alcuna sponsorizzazione politica, e parlando sempre con tutti quelli – dalla destra alla sinistra – che volevano confrontarsi con noi, senza pregiudizi ideologici inutili.

    Passo e chiudo, fino ad eventuali aggiornamenti dal Ministero nei tempi stabiliti.

    Il mio fine settimana, però, dopo questa bella notizia, sarà un po’più felice!

  55. France ha detto:

    Mooooooooooooo
    Senti ma comunque i giornali vanno avanti, lo sai? E qui la lista si allunga (vedi come siamo bravi? Anche troppo…)

  56. whoami ha detto:

    @france
    mica posso fare tutto io….

  57. Pasquale ha detto:

    prendo atto che per esponenti apicali dell’Apri esistono due tipi di precari: quelli di serie B, che hanno fatto domanda in uno dei 252 concorsi da ricercatore della I tornata, e quelli che hanno fatto domanda in uno dei concorsi della II tornata. Nei confronti dei primi non occorre evidentemente richiamare l’attenzione dell’opinione pubblica, anche se alcuni di loro hanno fatto domanda qualcosa come 14 mesi fa.
    Evidentemente il ragionamento è questo: siccome far votare per la I tornata significa far votare anche per gli odiati strutturati che concorrono per la II e la I fascia, allora che queste votazioni non si facciano. Se è questo il ragionamento, complimenti davvero per la lungimiranza!

  58. marco ha detto:

    @ Pasquale
    Agli apristi non frega nulla dei concorsi della I sessione 2008 perché ad essi si applica sì la formazione delle commissioni mediante elezioni e tombola ma non l’abolizione delle due prove scritte, e soprattutto perché, evidentemente, nessuno di loro vi si è iscritto.
    Io invece, come te, sono iscritto ad alcuni di essi, e quindi mi affligge e indigna che, pur essendoci dal 27 marzo (data di pubblicazione del decreto su elezioni e tombola) tutte le condizioni per indicare la data in cui debbano votare i settori (credo siano circa la metà dei 370) che dovranno votare (il fatto che non sia ancora uscito il secondo decreto ministeriale non è ostante, perché il suo contenuto, qualunque finisca per essere, non c’entra assolutamente nulla con i concorsi della I sesione 2008), la ministra dorma e non si abbia la più pallida idea di quando quella data sarà comunicata (ormai assume piena consistenza la possibilità che tutto slitti a dopo le vacanze). Come e perfino più dell’altra vicenda, quella anch’essa comunque scandalosa del ritardo (ormai vicino a raggiungere i tre mesi) nella pubblicazione del decreto sui parametri per la valutazione nei concorsi a ricercatore banditi dopo il 10 novembre, la vicenda che ci riguarda testimonia che la principale, se non unica, finalità dell’operazione governativa era ed è quella di tirare in lungo fino all’inimmaginabile (viene da ridere, per non piangere, a ricordare che nella conferenza stampa seguita al CdM del 6 novembre, la ministra raccontò che il suo intervento avrebbe determinato sì un rinvio nell’espletamento dei concorsi già banditi, ma non superiore a un paio di mesi; mentiva sapendo di mentire). Gli apristi fanno benissimo a premere perché esca il secondo decreto e perché sia il meno indecente possibile. Ma considera che a premere perché parta la macchina relativa ai concorsi della I sessione 2008 dovrebbero essere nientemeno che gli strutturati, certo più potenti degli apristi, stante il fatto che in quella sessione, a fronte di meno di trecento concorsi per ricercatore, ce ne sono quasi duemila ad associato e a ordinario. Non a caso, come puoi vedere nel sito del CUN, il CUN ha prodotto e spedito alla ministra già mezzo mese fa una mozione in cui reclamava per il ritardo e chiedeva che non solo le elezioni ma anche la tombola vada in scena prima di agosto. Ma la risposta di ministra e nano è stata per ora e chissà ancora per quanto: il nulla assoluto.

  59. Pasquale ha detto:

    @ marco

    C’è anche una mozione più recente del CUN

    http://www.cun.it/media/101527/mo_2009_04_08_002.pdf

    sono d’accordo su tutto quanto scrivi. Del resto, il fatto che la strategia “meritocratica” del Ministero mirasse solo a rimandare i concorsi appariva chiarissimo anche a novembre 2008.

  60. mino ha detto:

    Non possono essere due anonimi commentatori di un blog, che non è nemmeno quello dell’Apri, a indirizzare la linea politica dell’Apri.

    Pasquale e Marco, se volete tirare in ballo l’Apri, quello che dovevate fare era:

    – iscrivervi all’Apri (togliendovi l’anonimato, of course)
    – avanzare in assemblea una mozione in cui si chiedeva di fare pressione anche per la I sessione 2008, come si fa in ogni associazione.

    Ma dall’esterno, nel vostro anonimato, non si possono fare richieste ad un’associazione cui nemmeno si appartiene.

    P.S. Ci sono diversi soci dell’Apri iscritti a concorsi della I sessione 2008 … io stesso in questi ultimi giorni ho parlato al telefono con molti di loro.

  61. marco ha detto:

    @ Pasquale
    La mozione di cui dai il link è appunto quella cui mi riferivo, scaturita dalla seduta del CUN di due settimane fa. Il CUN è tornato a riunirsi questa settimana. Non so se siano tornati alla carica (nel sito non è ancora apparso il relativo resoconto, e purtroppo passano fino a 7 giorni dalla seduta prima che appaia il resoconto; ce n’è uno anticipato nel sito della Fcgil, ma non dice nulla riguardo alla nostra questione). Il fatto è che, per quanto il CUN possa premere, non so quali risultati otterrà, dato che esiste il preciso piano governativo che ci è parso evidente fin dal primo giorno di questa penosissima vicenda.

  62. marco ha detto:

    @ mino
    Se ci sono numerosi soci Apri iscritti a concorsi della I sessione 2008, mi stupisce che non abbiano avanzato loro la proposta di cui parli.
    Per quanto mi riguarda, io non vi ho chiesto nulla, e anzi ho appena scritto che se ministra e nano se ne fottono del CUN, sarà purtroppo a maggior ragione assai difficile che vengano attivati dall’Apri

  63. France ha detto:

    Caro Pasquale
    Personalmente, ogni volta che ho parlato con i giornalisti che, forse, chissa’,boh, mah pubblicheranno qualcosa ho ricordato ANCHE la faccenda dei 250 concorsi bloccati. Dovete anche capire, cari miei, che 250 non e’ un numero che faccia salivare i giornalisti in questione. Se invece dici che i 4000 posti che Gelmy sventola son bugie, ci vanno a nozze.

  64. insorgere ha detto:

    @ pasquale et al

    anche io ho fatto domanda ad uno dei concorsi della I sessione 08. Oltre che a uno (uno dei pochi) usciti nella II sessione 08.
    da aprista e da precario mi interessa che i concorsi partano presto e che partano bene.

    per i concorsi della prima sessione 08 manca solo l’indizione delle procedure elettive che, a quanto ne so, dovrebbe essere prevista per giugno-luglio. Sulla II tutto fermo causa mancanza del dm.
    Ma il dm è importante perché in assenza di quello gli atenei non bandiscono e ci sono almeno un migliaio di posti mussi da distribuire…

    una cosa NON esclude l’altra.

  65. insorgere ha detto:

    volevo aggiungere un commento personale:

    TUTTA LA MIA STIMA PER BOMBADILLO CHE – INSIEME A FRANCE E MINO – NON SOLO HA FATTO PARTIRE PETIZIONE E HA FONDATO L’APRI MA NE è ANCHE L’ANIMA.

    W BOMBA, W L’APRI!

  66. Università La Sapienza ha detto:

    Cari

    ho scoperto oggi che il senato accademico della sapienza in data 3 febbraio ha distribuito i posti da ricercatore straordinari una settantina ma e sottolineo ma….la notizia non è stata divulgata nei resoconti delle delibere del senato accademico…

    come mai accade ciò…

    forse dovremmo chiedere al Rettore o ai prorettori per sapere il motivo per cui certe notizie sono segrete.

    Un consiglio al ministro …

    nella prossima riforma dovete obbligare le università e le facoltà a rendere pubbliche e on line tutte le delibere degli organi amministrativi e anche i bilanci.

    W la libertà – W la democrazia

  67. France ha detto:

    Pasquale
    Leggi l’Unita’ di oggi. Hanno fatto un po’ di casino, ma ne hanno parlato

  68. Pasquale ha detto:

    grazie France, ho visto.

  69. insorgere ha detto:

    buona festa della liberazione a tutti!

  70. bartlindon ha detto:

    Capisco il lungo ponte e l’assenza di tutti… ma alla fine non ho capito se conviene o non conviene far pressione per questo benedetto DM. Conviene aspettare il DDL sull’universita’ del post precedente?

  71. insorgere ha detto:

    conviene far pressione per l’uscita dle dm. e lo stiamo facendo. dopo articolo sole apri ha fatto uscire articolo su l’unità

  72. Pasquale ha detto:

    A Marco e a tutti coloro che hanno fatto domanda nei concorsi della I tornata. Leggete il Sole di oggi:

    http://rassegnastampa.crui.it/minirass/esr_visualizza.asp?chkIm=8

    alla fine si dice che la “delicatezza del procedimento” non porterà a elezioni prima di settembre e che dopo la tombola (il sorteggio) ci sarà il gioco del lotto (la presa di servizio). Per i più fortunati prese di servizio più probabili per il 2011.
    Io me ne vado: non mi faccio prendere per il culo da questi cialtroni e dalle loro mosche cocchiere.

  73. MALA TEMPORA ha detto:

    Bello l’articolo di sabato. Complimenti agli autori!

  74. Pasquale ha detto:

    http://rassegnastampa.crui.it/minirass/esr_p1.asp

    Link: Nelle università 3600 concorsi senza il “posto”

  75. kjandre ha detto:

    @ Pasquale

    Ad un consiglio di facoltà (a cui ovviamente io non posso partecipare) tenuto un paio di settimane fa, era stata esplicitata la questione della presa di servizio nel 2010-11.
    Come dire…ben lo sapevano

  76. mino ha detto:

    Pasquale … non capisco: quello scritto su Il Sole 24 Ore va a tuo vantaggio … i posti da ricercatore (purtroppo) banditi sono così pochi che entreranno tutti e 300 nel 60% del turn-over (attenzione, sulla spesa). Chi si dovrebbe preoccupare è chi ha fatto domanda da associato e ordinario.

  77. marco ha detto:

    @ Pasquale
    E’ sconcertante che l’articolista del “Sole” si presti a ripetere la favoletta governativa secondo cui sarebbe estremamente complesso formare le liste degli eleggibili. Tanto per cominciare, circa metà dei 370 settori non saranno chiamati a votare per nessuno e quindi per essi non c’è da definire alcuna lista di eleggibili. L’altra metà dei settori, quelli in cui si voterà, è composta da due ben precisi casi: quello dei settori che hanno un numero di ordinari addirittura superiore al triplo dei commissari necessari per tutti i concorsi di prima e di seconda fascia della I sessione 2008, e quello dei settori che hanno un numero di ordinari inferiore al triplo dei commissari necessari per la I sessione 2008 ma hanno uno o più settori affini con un numero di ordinari sufficiente a che, votando per alcuni di loro, si arrivi a raggiungere il fatidico triplo dei commissari complessivamente necessari per la sessione. Ebbene, nel primo caso la lista degli eleggibili è così difficile da formare che consta molto semplicemente della totalità degli ordinari del settore (di cui poi la votazione deve far cadere un numero pari alla differenza fra gli ordinari stessi del settore e il numero dei commissari complessivamente necessari per la sessione), mentre nel secondo la lista degli eleggibili è così tremendamente difficile da comporre che consta molto semplicemente della totalità degli ordinari del settore affine o, se sono più di uno, dei settori affini (dei quali poi la votazione deve promuovere un numero pari alla differenza fra il numero dei commissari complessivamente necessari per la sessione e quello degli ordinari del settore in questione; e questi “promossi” affiancheranno la totalità degli ordinari del settore in questione nella lista dei sorteggiabili). Tutto ancora più semplice per i (fra l’altro pochi) concorsi per ricercatore, visto che in questo caso il triplo dei commissari complessivamente necessari per la sessione risulterà dalla moltiplicazione di 3 per il numero dei concorsi banditi per 2 (invece che per 4) e quindi è altamente probabile che nella grande maggioranza dei casi la lista degli eleggibili sarà così difficile da comporre che coinciderà semplicemente con la totalità degli ordinari del settore, da cui poi la votazione scremerà il numero in eccesso.
    Che il governo racconti che occorre quasi un genio per comporre le liste degli eleggibili, si comprende perfettamente perché rientra nel piano elaborato dal nano di inesorabile punizione per l’Università, che si compone di rinvii che portano all’esasperazione e alla disperazione quelli che ne fanno parte o aspirano a farne parte, e di tagli ai finanziamenti che la riduce in mutande e mette a rischio la sua stessa esistenza; ma che un giornale serio come il “Sole” riprenda passivamente la favoletta, stupisce e amareggia.
    Comunque ormai è evidente che entro la fine di luglio non si possa portare a casa, nella più rosea delle ipotesi, più del primo turno delle elezioni e delle (purtroppo probabili) elezioni suppletive, mentre la tombola slitta, com’è giusto, verso Natale. Ma nella baraonda del momento, comincia a circolare pure l’idea che il governo intenda far confluire le migliaia di concorsi della I e della II sessione 2008 nella prima tornata del nuovo sistema che, in forma di Ddl, dovrebbe essere portato al Cdm dell’8 maggio. Prospettiva questa (alla quale peraltro io non credo)che non potrebbe in ogni caso consolare, visto che per tradurre il Ddl in legge saranno comunque necessari un buon numero di mesi.

  78. Pasquale ha detto:

    @mino

    Problema 1 (tempi):

    l’articolo dice che le commissioni si eleggeranno a settembre, mentre si sperava (anche l’Apri) che ciò avvenisse prima dell’estate. Il che, tra decreti di nomina e 30 giorni di tempo per le ricusazioni, comporterà l’inizio vero e proprio dei concorsi all’inizio del 2010 (sempre che non ci sia bisogno di suppletive, cosa che accadrà in molti casi).

    Problema 2 (prese di servizio):
    l’articolo parla di posti (teorici) per i ricercatori. Che vuol dire sulla carta hanno la precedenza, ma … vedrete che i senati accademici qualcosa si inventeranno.
    Anche qui comunque vedrete che ci saranno figli e figliastri tra i neoricercatori da assumere.
    Resta il fatto che
    1) diverse Univ, non potranno comunque assumere perché ciò è interdetto loro per l sfondamento del tetto del 90 per cento del FFO;
    1) per le altre si tenterà di far slittare le prese di servizio al 2011.

  79. insorgere ha detto:

    pasquale ma un po’ di ottimismo no eh?

  80. insorgere ha detto:

    molte cose si stanno muovendo in questi giorni…un po’ di fiducia che c’è chi lavora per i precari.

  81. Miriam ha detto:

    Il problema è proprio questo. Non lavorasse nessuno sarebbe meglio per tutti…

  82. insorgere ha detto:

    @ MIRIAM
    cioè prefiresti che rimanesse tutto fermo? preferirsti affidare al CUN o alla CRUI la rappresentanza dei nostri interessi?

  83. insorgere ha detto:

    @ MIriam e Pasquale
    se non vi piace la situazione così com’è e non vi piace quel che ha fatto/sta facendo l’Apri, beh datevi da fare…
    è comodo e facile criticare senza sporcarsi le manine d’oro

  84. France ha detto:

    Bene Miriam, proviamo ad immaginare cosa avremmo oggi se tutto fosse rimasto fermo al 2008. Senza 133, DL180… Senza anche i posti Mussi che, ti ricordo, necessitano di una legge che riforma le procedure concorsuali. Io credo che oggi saremmo ad implorare la legge in questione perche’ di posti da ricercatore ne sarebbero stati banditi ZERO ben oltre il limite del 2010 quando i fondi Mussi se li potra’ riprendere, finalmente, il Ministero delle Finanze.

  85. Miriam ha detto:

    Dunque… senza la 133 non avremmo i tagli all’università e il blocco del turnover dal 2011 pressoché ovunque… senza il dl 180 (o legge 1/09) non avremmo il blocco dei concorsi… i posti Mussi potevano essere banditi in prorogatio, come già fatto nel 2007.

  86. France ha detto:

    Beh, ne abbiamo parlato diffusamente ma repetita iuvat: i concorsi si devono svolgere con le regole Berlinguer? Secondo me NO.

  87. insorgere ha detto:

    eh, ma sai caro france c’è gente che teme che se non gli si prepara il concorsi ad hoc con le vecchie regole non vincerà mai. francamente penso sia giusto che non vincano mai.

    chi pensa solo al suo tornaconto e non al miglioramento del sistema merita di affogare

  88. Perplesso ha detto:

    Agli Apristi:
    Io credo che nessuno qui metta in dubbio le vostre ottime intenzioni e di certo è grazie a voi se le prove scritte sono state abolite.
    Però:
    è un fatto che con tutte queste riformine-riformicchie, qui sta passando un SACCO DI TEMPO e forse è ancora niente rispetto a quello che ci attende. Purtroppo credo che il governo stia sfruttando tutti gli appigli possibili per logorarci sino allo sfinimento. Se poi le commissioni potranno giudicare nonostante tutto come meglio credono i titoli (e io penso che andrà a finire proprio così), allora non era meglio lasciare stare tutto come stava? Credo che in questo senso vadano interpretate le parole di Miriam

  89. Miriam ha detto:

    La mia idea è che la scala di preferenza sia:

    1) concorsi con regole meritocratiche
    2) concorsi senza regole meritocratiche
    3) niente concorsi

    In questi mesi, anziché salire da 2) a 1), siamo scesi da 2) a 3).

    Conclusione: è stato un fallimento su tutta la linea.

    Comunque nel primo commento non parlavo di Apri. Quando dicevo “Il problema è proprio questo. Non lavorasse nessuno sarebbe meglio per tutti…” mi riferivo a ministre, baroni e ministeriali.

  90. insorgere ha detto:

    scusate ma ci sono dei dati di fatto indiscutibili:
    1. le regole concorsuali sono migliarte (niente più scritti e orali, commissioni sorteggiate)
    2. è in arrivo (spero presto davvero) il dm sui criteri che (incrociamo le dite) potrebbe non essere poi tanto male.
    3. il dl 180 ha stabilito che il 60% dei soldi del turnover vanno ai ricercatori. se non è chiaro è molto di più di quanto fosse a disposizione prima

    è vero che si sta perdendo tempo, però a mio avviso piuttosto che fare concorsi tutit pilotati e senza merito è meglio aspettare.

  91. Miriam ha detto:

    Molto accademico: scrivere regole perfette per astratti concorsi. D’altra parte è nel DNA del nostro governo: prepariamo un bel plastico della New Town de L’Aquila e intanto teniamo la gente nelle tende; creiamo una società per il ponte sullo stretto (con tanto di consulenze miliardarie) per un cantiere che non si è mai aperto; quale sarà la prossima? Cambiamo le regole del calcio e intanto giochiamo a cricket? Ah no, dimenticavo, in Italia il calcio è l’unica cosa che non puà essere fermata…

  92. insorgere ha detto:

    mah, guarda a me del governo di destra o di sinistra nella fattispecie non frega nulla. Sono un elettore di sinistra, ma la questione qui è tecnica e non politica.
    Trovo che ogni euro speso per concorsi non meritocratici fosse un euro buttato. Preferisco niente concorsi a concorsi dove accedono solo i predestinati.
    In ogni caso dei cambiamenti ci sono stati. Ora loro DEVONO tirare fuori il DM e stiamo lavorando (si fa quel che si può) per “aiutarli” a farlo per benino.

    Il risultato sarà senza dubbio migliore della situazione precedente e varrà il tempo e le energie spese. Anche perché peggio di prima era impossibile e – ribadisco – meglio concorsi bloccati che posti solo ai soliti noti.

  93. Miriam ha detto:

    Il problema è che andrà a finire con molti meno concorsi di prima e sempre ai soliti noti.

  94. France ha detto:

    OK, faremo come gli Spartani alle Termopili.

  95. insorgere ha detto:

    ritenere che ci siano meno concorsi di prima mi pare irragionevole. ci sono i posti mussi più quelli che vengono dal turnover al 60% per ric. dunque saranno di più, non di meno

  96. insorgere ha detto:

    France te fai Leonida?

  97. Perplesso ha detto:

    @Apristi
    Un conto sono le vostre buone intenzioni, un altro la loro traduzione in pratica, attraverso il prisma deformante usato dal governo.

  98. Miriam ha detto:

    Ne avete visto uno finora? No, perché a me sembra che ci abbiano solo riempiti di parole.

    Mi sembra il film di Toto’: ci hanno venduto il Colosseo e dopo un anno stiamo ancora aspettando che ce lo consegnino in giardino.

  99. chedelusione ha detto:

    Faccio qualche osservazione generale.
    La nuova legge dispone che il 60% dei posti in turn-over vadano a ricercatori, è anche vero però che tabelle alla mano, praticamente tutti gli atenei (in virtù della medesima legge) sforeranno chi prima chi dopo la fatidica soglia del 90% (correttivo incluso). Per cui alla fine i posti non ci saranno.
    Restano i posti ex-Mussi, la domanda è: voi veramente credete che con le nuove regole questi posti verranno assegnati con criteri meritocratici ?
    Secondo me no. Ho visto le proposte del CUN sui requisiti minimi per accedere all’idoneità (quelle di qualche mese fa), e mi sembrano una barzelletta.
    Il sorteggio su elezione cambia poco, saranno più difficili gli accordi, ma ho visto delle partite di giro accademiche che hanno superato ostacoli ben maggiori.
    Ergo entreranno altri 2500 predestinati e chi come me non è tra essi farà la parte della “carne da macello”.
    Ci resta solo l’estero ormai, per chi ha la possibilità di andarci, per gli altri è la fine.

  100. insorgere ha detto:

    @ chedelusione

    1. lo sforamento del tetto del 90% dipende molto da se e quanto nella prossima finanziaria rientreranno i tagli. Alla riunione al MIUR cui ho partecipato la Gelmini assicurava che se passa la riforma (ddl) senza opposizioni crui Tremonti darà qualche soldino in più. Non ci conterei troppo comunque è indubbiamente aperta la trattativa.

    2. per la maggioranza degli atenei lo sforamento sarà nel 2010, ma non per tutit. I ogni caso nel 2010 sono previsti parecchi bandi (oltre ai mussi)

    3. Il DM è in fase di elaborazine ed è probabile che sia parecchio meglio della bozza cun. In ogni caso abbiamo già ottenuto che non ci siano gli scritti, e mica è poco

  101. insorgere ha detto:

    errata corrige:
    al punto 2 dovrebbe essere ” nel 2009 sono previsti…”

    tanto per dire, pisa che ha già bandito i suoi posti mussi (una trentina), ne ha in programma altri novanta da bandire tra autunno e inverno 2009

  102. chedelusione ha detto:

    Bhe, io non ho detto che non ci saranno, ho detto che saranno 2500, alla fine secondo me non si andrà lontano da questa cifra.

    Il vero problema dell’accademia italiana è quello solito, chi sbaglia non paga, se si assume un ricercatore incapace, non in grado di produrre ricerca al pari del posto che occupa, e che viene valutato in maniera pessima dai suoi studenti, questo andrebbe avvertito e poi allontanato. Al tempo stesso il Dipartimento andrebbe penalizzato in termini di finanziamenti.

    Fin quando non si mette in piedi un meccanismo virtuoso, ci possiamo inventare tutte le procedure concorsuali possibili, il figlio di “Lei non sa chi sono io” il concorso lo vincerà comunque anche se è un poco di buono.

  103. Perplesso ha detto:

    @insorgere
    Non per fare la difesa del vecchio. Ma tu sei proprio convinto che con i concorsi Berlinguer abbiano vinto solo e soltanto incapaci? Io penso proprio di no. Anzi, molta gente valida è passata solo grazie ad esso. Il problema è che il sistema era talmente marcio che anche chi aveva una valanga di titoli e di meriti poteva vincere solo all’interno di un certo percorso concordato e condiviso…

  104. insorgere ha detto:

    non ho detto che vincevano gli incapaci ma i “predestinati”, ovvero che i concorsi erano tutti truccati

  105. insorgere ha detto:

    potevano anche essere truccati a favore di uno bravo, ma sempre farse erano

  106. Perplesso ha detto:

    Mah…Vedremo come saranno questi nuovi. Però, più che si va avanti e più che io resto perplesso di nome e di fatto. In Italia, alla fine, ogni riforma diventa una controriforma…

  107. Pasquale ha detto:

    ogni volta che intervengo per segnalare lo scempio dell’azione ministeriale c’è chi mi risponde ad hominem: parlo così perché ho il mio concorso truccato. Mi avete stufato, nella fattispecie Insorgere. Non dubito che l’Apri abbia ottime intenzioni “meritocratiche” ma continuo a pensare che un differimento di un paio di anni dei concorsi sia di per sè una somma ingiustiza, tanto da farmi chiedere se il nuovo gioco valga la candela. La divisione è questa: tra chi pensa che valga e chi come me non lo pensa.

  108. Pasquale ha detto:

    anche perché, come diceva Keynes, in tempi lunghi saremo tutti morti

  109. bartlindon ha detto:

    Non vedo distinzione o differenza tra ‘predestinati’, concorsi truccati, o chiamata diretta.
    Forse una blasfemia, ma in fondo fino ad ora i concorsi erano una chiamata diretta truccata.

  110. Perplesso ha detto:

    @bartilndon
    concordo in pieno. Il punto è: trovare la soluzione migliore per impedire che i concorsi e/o le chiamate dirette vadano a beneficio di gente che non ha fatto nulla comunque pochissimo rispetto ad altri.

  111. Perplesso ha detto:

    recte
    nulla O comunque pochissimo rispetto ad altri

  112. insorgere ha detto:

    certo che erano una chiamata diretta truccata, evidentemente il fatto che ciò implicasse somma mancanza di rispetto per le leggi e qualsiasi norma di correttezza non ti turba.

    inoltre era una chimata diretta surrettizia e senza responsabilità. ci vuole la chiamata diretta RESPONSABILE

  113. […] governance blocchi tutto per anni (il ministero si e’ dimostrato incapace di venir a capo di questioni pratiche ben piu’ banali), dall’altro il Governo potrebbe essere tentato di approvare una legge […]

  114. orwell ha detto:

    caro pasquale e altri interessati alla I sessione 2008

    ho avuto conferma dal Ministero che anche quella sessione di concorsi per ricercatori si svolgerà con le nuove regole (solo titoli)

    so perfettamente come voi che il testo di legge sembra dire esattemente l’opposto con quel “banditi successivamente alla data ecc. ecc.”, ma tant’è

    ne avevo sentito parlare da un collega e anche io non ci volevo credere. mi ha invitato a telefonare al MIUR(dott.ssa Vito,06 9772 7398) e ho avuto conferma. così come ho avuto conferma dall’Università presso cui è stato bandito il concorso nella I sessione 2008 per cui ho fatto domanda. anche loro erano sbigottiti ma su richiesta di altri nella nostra condizione hanno chiamato anche loro il MIUR, Ufficio I ottenendo la medesima risposta.

    forse questa è la ragione che ritarda anche quella sessione? perché si aspetta pure per quei concorsi il DM sui requisiti

    se avete altre news o conferme su questo aspetto fatevi vivi

    a presto
    orwell

  115. Johnb792 ha detto:

    Aw, this was a very nice post. In thought I want to put in writing like this moreover taking time and actual effort to make an excellent article but what can I say I procrastinate alot and not at all seem to get something done. fbaeececkeeb

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: