Nora vi saluta e vi indirizza alla nuova mailing list

10 giugno 2010

Cari naviganti e precari

un saluto da Nora…questo blog non verrà più aggiornato (se non in casi eccezionali) non perché non ci siano più i precari ma perché la Rete Nazionale Ricercatori Precari ha prodotto qualche frutto.

Questo ultimo post è per dire che la mailing list dibattito di ricercatoriprecari è ancora attiva – ma il vecchio account è scaduto – per iscriversi alla nuova mailing list super partes e continuare le discussioni in cui le varie anime del movimento si confrontano, occorre inviare una email a

ricercatoriprecari-dibattito+subscribe@googlegroups.com

Vi ricordo poi che esistono alcune associazioni in cui le anime dei dibattenti sono confluite. Tali associazioni, che ancora si battono su posizioni per certi versi differenti ma in contatto continuo tra loro, hanno aperto dei propri blog (e sono a tutti gli effetti figli di questo blog):

Associazione Precari della Ricerca Italiani APRI (Blog)

Frondaprecaria (Coordinamento precari ricerca e università della FLC/CGIL)

Esiste poi da qualche tempo la Rete29Aprile (gruppo fb) per una università pubblica libera e aperta, fondata da “ricercatori strutturati”; anche in R29A sono confluiti alcuni exprecari che hanno avuto la fortuna  di “strutturarsi” in quei pochissimi concorsi banditi exMussi (e diciamolo…dobbiamo a quel vituperato ministro gli ultimi pochi finanziamenti per i concorsi da ricercatore).

A Roma è inoltre attivo un gruppo Laboratori precari, che eredita la tradizione di Precat,  con cui si può entrare in contatto tramite questo link.

Last but not least alcuni dibattenti hanno fondato una sezione universitaria della Associazione20Maggio flessibilità sicura (gruppo fb); una associazione tematica fondata da giuslavoristi del Partito democratico. Tramite tale associazione si possono proporre idee da far concretamente confluire in proposte politiche.

Insomma magari non avremo ottenuto molte vittorie però forse alcune belle soddisfazioni civili e  partecipative …queste certamente sono state ottenute!

Per questo invito i precari silenti alla partecipazione…mi sembra che i luoghi per trasumanar e organizzar non manchino!

Saluti e teniamoci in contatto

Nora 😉


Bologna: Il senato accademico delude… perchè non il 100% di ordinari???

23 ottobre 2007
images2.jpg

Chi ha detto che la responsabilità della precarietà nell’università sia tutta nelle inadempienze del governo o nelle leggi? Si sbaglia. Ecco una decisione che conferma la regola. Professori di Bologna ci avete deluso: tutti ordinari fino agli ottanta…

Ecco il comunicato del nodo bolognese della RNRP:

Come rete ricercatori precari di Bologna siamo indignati delle decisioni<!–[if gte vml 1]&gt; &lt;![endif]–><!–[if !vml]–><!–[endif]–> prese dal senato accademico in merito alle assunzioni.

Leggi il seguito di questo post »


Stabilizzazioni alla bolognese

27 luglio 2007

A quanto pare era possibile stabilizzare anche all’universita’. Naturalmente non si tratta di un diritto per tutti/e e bisogna sempre passare per un accordo con qualche sindacato. Naturalmente i “ricercatori”ancora non c’entrano. Comunque mi pare una buona notizia…

GIOVEDÌ, 26 LUGLIO 2007 Pagina V – Bologna

L´ACCORDO
Ieri la firma coi sindacati. Regolarizzati per primi i dipendenti

amministrativi
L´università assume 147 precari

Leggi il seguito di questo post »