Contro il “Mercato della Conoscenza”

5 marzo 2009

Ci sarebbe piaciuto aggiornare il blog con qualche bella notizia, o almeno con una qualche notizia. Invece nulla. E purtroppo per noi precari non vale il detto “nessuna nuova, buona nuova”. Possiamo solo segnalare le adunanze del CUN, che lasciano intendere la lentezza e le incertezze dei processi in atto (oltre ad informarci della avvenuta registrazione alla camera del disegno di legge a firma Valditara). Preferiamo invece ignorare il proseguio della querelle sulla “messa in quiescenza dei ricercatori” (e non solo di questi) e dello scontro sull’ “AmmazzaPrecari” di Brunetta (che comunque coinvolge direttamente solo i ricercatori precari degli EPR e non delle Università).

Ed allora pubblichiamo un appello stilato e sottoscritto da tanti colleghi francesi a favore di una mobilitazione europea contro il “Mercato della conoscenza”. Sappiamo bene che qualche assiduo contributore al nostro blog non apprezzerà l’appello, ma ci perdoni e lo consideri semplicemene come uno spunto al dibattito e l’occasione offerta a tutti di dire quello che pensa.

Noi avremmo voluto discutere di milioni di euro investiti nel reclutamento di ricercatori, in una qualche proposta di riforma (seria) dell’università, di proposte di legge sulla valutazione. Ed invece possiamo solo osservare che nulla si muove. A dispetto delle dichiarazioni del ministro che – mentendo – sui TG nazionali continua a ripetere di aver reclutato 4000 nuovi ricercatori. Ed invece ha solo bloccato tutti i concorsi sine die, in attesa di una riforma dei meccanismi concorsuali che sembra destinata alla stessa infelice conclusione della proposta che fu di Mussi. 

Vi segnaliamo, in tal senso, che è stata depositata una interrogazione parlamentare al Ministro Gelmini dalla deputata Manuela Ghizzoni (PD) – che per questo ringraziamo – sollecitata dall’associazione Apri  e dalla Rete Nazionale Ricercatori Precari.

Infine, il 18 marzo è proclamata una giornata di sciopero della scuola, dell’università e della ricerca dalla FLC-CGIL (questo il link alla sezione dedicata allo sciopero con le info sulle iniziative)  che si articolerà con manifestazioni regionali: Qui la piattaforma. Ma dedicheremo un post ad hoc sullo sciopero ( e su altre iniziative in programma) nei prossimi giorni.

 

Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Cari precari è uscita la valutazione delle università inglesi…RAE 2008

19 dicembre 2008

Da un paio di giorni è online la valutazione delle università e della ricerca inglesi RAE 2008.

Occorre capire quali criteri siano stati utilizzati. Mi pare che, in generale, non abbiano usato per nulla statistiche tipo Impact Factor o Fattore H, ecc…

Sembra che il criterio principale sia stato l’analisi di ogni tipo di risultato (non solo articoli) università per università, dipartimento per dipartimento.

Un minuzioso lavoro di referee dove i criteri statistici non hanno contato.

Corregetemi se  sbaglio…e date una mano nell’analisi della mole di dati. Esistono già blog di giovani ricercatori piuttosto critici (clicca).

Ecco il sito del RAE  http://www.rae.ac.uk/


Notiziona!!!! I Ricercatori Precari su SCIENCE (e non è un pesce d’aprile)

21 marzo 2008

Cari Colleghi,

ho una grande notizia da darvi: Science ha pubblicato la nostra lettera aperta alla Sen. Montalcini !!

Ora, non dobbiamo perdere tempo, soprattutto non dobbiamo rendere inutile un’occasione così importante.

Proposte:

Ognuno di noi dovrebbe stamparsi il PDF della lettera e RIEMPIRE tutte le bacheche di istituti, spazi comuni etc..La lettera andrebbe consegnata, di persona, a Rettori Magnifici, Presidi, direttori di dipartimento, etc..

Stringiamo i denti e cerchiamo di organizzare iniziative locali, di coinvolgere la stampa locale.

Attingiamo ai fondi dei nostri fondi (sigh!) per partecipare ad eventuali iniziative nazionali.

Dobbiamo mostrare la nostra determinazione.

Non molliamo, please!!!!!

Grazie a tutti

Rita

P.S. : l’elenco completo dei firmatari sarà visibile solo nella versione on-line.

Scusatemi se troverete qualche errore nei cognomi e affiliazioni.

Scarica al link seguente e diffondi

Scarica al link la lista dei firmatari

lista dei firmatari pubblicata online.pdf

Nota di Stoned: Cari compagni romani! Hanno pubblicato lo striscione di PRECAT su SCIENCE…. ormai è uno striscione storico quasi da “museo del precariato della ricerca”….Quanto avrà acquisito in Impact Factor, anzi calcoliamo l’IF di Science per tutti i firmatari….;-)


Te la do’ io l’america

6 settembre 2007

Certi miti sono duri a crollare. Alcuni non dovrebbero mai. Molti miti sul merito, la ricerca e la precarietà invece dovrebbero cadere presto.

E’ il turno di quello degli Stati Uniti, idolo della ricerca finanziata dal mercato, concorrenziale e (quindi) necessariamente precaria. Se ne accorgono persino i lib bocconiani del La voce.info.

Leggi il seguito di questo post »