Aggiornamento incontri ravvicinati

18 marzo 2008
TEMA:
“I programmi di governo su Università e Ricerca e la questione delle forme di lavoro precarie: tipologie di contratto, diritti, reclutamento”.
PROGRAMMA:
Giovedi’ 27 Marzo, ore 15, aula C del vecchio edificio di chimica, piazza della Minerva
incontro con il prof. Giuseppe Tognon (PD, area Sapere, Responsabile settore Università) e con Agostino Megale (Forum del Lavoro del PD)
Incontro con il Prof. Beniamino Brocca (UDC, responsabile scuola e università) Data ed orario da definire (probabilmente settimana fra il 31 marzo e il 4 aprile).

ATTENZIONE: L’INCONTRO CON L’UDC E’ STATO RINVIATO

17 marzo 2008

Causa indisposizione del prof. Beniamino Brocca, responsabile nazionale
scuola e università dell’UDC, l’incontro previsto per domani è rimandato a
data da destinarsi.

Attualmente è in via di definizione l’incontro con il PD se ci sono novità aggiorneremo il sito.

l’incontro con il PD si svolgerà con tutta probabilità giovedi’ 27 marzo, sempre alle ore 15 e sempre in aula Parravano.


Continuano gli incontri ravvicinati

14 marzo 2008
Il terzo della serie di incontri con i responsabili delle politiche
universitarie dei partiti, quello con il prof. Beniamino Brocca dell’UDC, si
svolgerà martedì 18 Marzo alle ore 15:00 in aula Parravano, nel vecchio
edificio di chimica. Dopo l’annullamento di tre giorni fa, l’incontro con il
PD si svolgerà con tutta probabilità giovedi’ 27 marzo, sempre alle ore 15 e
sempre in aula Parravano. Leggi il seguito di questo post »

Incontri Ravvicinati: Resoconto Sinistra Arcobaleno e prossimi appuntamenti

11 marzo 2008

Ecco il resoconto dell’incontro della scorsa settimana con Fabio De Nardis coordinatore del dipartimento Università e Ricerca del PRC. Il resoconto è stato rielaborato da lui stesso e contiene una posizione derivata dal confronto avuto con i “chimici precari” di Roma.

Ci sarà un prossimo incontro anche con il responsabile Università dell’UDC.

ATTENZIONE L’INCONTRO DI GIOVEDI’ 13 CON IL PD E’ STATO RINVIATO (DATA DA DEFINIRE)

Riepiloghiamo:


18 Marzo, ore 15, aula Parravano (primo piano del vecchio edificio
di chimica, piazza della Minerva) incontro con il Prof. Beniamino Brocca (UDC, responsabile scuola e università).

E infine il resoconto dell’incontro con De Nardis buona lettura Leggi il seguito di questo post »


Berlusconi propone il blocco del turnover per finanziare il taglio delle tasse (Porta a Porta)

5 marzo 2008

Interessante notizia odierna:

Berlusconi ha proposto oggi (Porta a Porta) il blocco del turnover nella pubblica amministrazione per salvare l’Italia dalla recessione, per consentire il taglio delle tasse e per migliorare il funzionamento della stessa P.A.

Insomma tutti gli Italiani, nati fra il 1965 e il 1980, formati e sfruttati per dare un contributo costruttivo al funzionamento delle Istituzioni del nostro paese… hanno il benservito… non sono utili…forse dannosi, per migliorare il funzionmento basta tagliare il personale…i ricercatori precari possono pure cambiare paese.

Immaginate voi cosa possa voler dire applicare questo blocco all’Università e agli enti di ricerca…

Se non credete alle parole dello scrivente leggete le dichiarazioni del Cavaliere rilasciate oggi a Porta a Porta:

Berlusconi avverte però gli italiani: «Io dico a tutti i miei concittadini che dobbiamo essere consapevoli che siamo già in una profonda crisi. Una crisi mondiale, non italiana. E nessuno può fingere di non essere a conoscenza di questa situazione». «La cura – dice – deve essere rivolta a tutto l’apparato amministrativo dello Stato che oggi ci costa troppo. Questa cura imporrà evidentemente dei sacrifici in diverse direzioni anche se non metteremo mai le mani nelle tasche degli italiani. Dovremo ridurre spese, riorganizzare l’amministrazione», afferma l’ex premier. Per esempio? Il blocco parziale del turnover nella pubblica amministrazione: «Per ogni otto impiegati pubblici che se ne vanno, se ne assume solo uno» propone Berlusconi.


BLOCCATI I CONCORSI DA RICERCATORE UNIVERSITARIO RIPRISTINATE LE DUE IDONEITA’ NEI CONCORSI DI SECONDA E PRIMA FASCIA

21 febbraio 2008

Dopo le ultime due appassionanti giornate è certo! Concorsi da ricercatore bloccati dalla fine di febbraio alla emanazione del Nuovo regolamento.

E se il nuovo regolamento decade concorsi bloccati Sine Die!

Ecco cosa ci ha regalato il decreto milleproroghe:

La prossima settimana saranno bloccati tutti i concorsi da ricercatore su budget ordinario, mentre quelli su budget straordinario potranno essere banditi fino al 31 marzo.

Poi si vedrà…

Nel frattempo sono state ripristinate le due idoneità per concorsi da  associato e ordinario.

Ecco la notizia appena riportata in un comunicato dell’Associazione Nazionale Docenti Universitari.

Andu – Associazione Nazionale Docenti UniversitariBLOCCATI I CONCORSI A RICERCATOREIeri, 20 febbraio 2008, la Camera ha convertito in legge, con modifiche,
il decreto-legge “milleproroghe” (Decreto-legge 31 dicembre 2007, n. 248,
“Proroga di termini previsti da disposizioni legislative e disposizioni
urgenti in materia finanziaria”, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 302
del 31 dicembre 2007). La legge di conversione approvata dalla Camera
sara’ ratificata, cioe’ approvata definitivamente senza modifiche, entro
questo mese dal Senato.
Riportiamo in calce il testo, da noi ‘ricostruito’ dopo le modifiche
approvate, degli articoli 12 e 13 riguardanti l’Universita’. Riportiamo poi
il testo ‘originale’ di questi articoli e il testo delle modifiche
approvate. La ‘ricostruzione’ del testo potrebbe contenere imprecisioni di
cui ci scusiamo anticipatamente.

Le novita’ piu’ rilevanti sono:
1. il blocco dei concorsi a ricercatore banditi su fondi interamente di
ateno, a partire dalla fine di questo mese e fino a quando entrera’ in
vigore il nuovo regolamento dei concorsi a ricercatore (nuovo comma 3
dell’art. 12);
2. si ‘ripristinano’ due idonei, anziche’ uno, nei concorsi a ordinario e
ad associato (comma 2 dell’art. 12).

L’ANDU ha cercato (v. nota), invano, di convincere i Deputati a non
bloccare i concorsi a ricercatore. E’ invece stato approvato un emendamento
proposto dai deputati del PD Ghizzoni, Rusconi, Benzoni, Froner, Colasio,
De Biasi, Volpini, Tocci, Tessitore, Giulietti, Villari (nuovo comma 3
dell’art. 12).
La chiara volonta’ di bloccare i concorsi e’ stata esplicitata dall’on.
Ghizzoni:
“Una buona notizia.” – dichiara Manuela Ghizzoni, capogruppo del Pd-Ulivo
in commissione Cultura alla Camera. “L’emendamento – spiega – rende validi
tutti i bandi di concorso che saranno emanati entro la data di entrata in
vigore della legge di conversione di tale decreto (alla fine di questo
mese, ndr).
I concorsi banditi entro questa data saranno svolti con le vecchie regole
mentre quelli banditi successivamente si svolgeranno secondo le procedure
del nuovo regolamento, di cui dovrebbe essere imminente la registrazione da
parte della Corte dei Conti, che vincolera’ gli oltre 3000 nuovi posti
cofinanziati dal Ministero e previsti dalla Finanziaria 2007.”

21 febbraio 2008

Leggi il seguito di questo post »

COMUNICATO STAMPA – a rischio i concorsi da ricercatore universitario

20 febbraio 2008

Il comportamento del Ministero dell’Università lascia esterrefatti per approssimazione e superficialità, e le aule parlamentari non sono da meno!!!.

Dopo solo sei giorni dalla emanazione della nota prot. 396 del 5.02.08, il Ministero, con una nuova nota ministeriale, sembrerebbe voler obbligare gli Atenei italiani ad applicare per i concorsi da ricercatori banditi attraverso finanziamenti ordinari, un DM mai pubblicato, duramente criticato dalla Corte dei Conti e tutt’ora al vaglio della magistratura contabile.

Leggi il seguito di questo post »