La meglio gioventù e la prima finanziaria Berlusconi

28 settembre 2008

Oggi sulla Repubblica Corrado Augias ricordava le vicende della Repubblica Romana e  la “meglio gioventù” che morì per fondare una repubblica progressista da lasciare alle generazioni future. La meglio gioventù del 1849  dette la pelle per la libertà e la civiltà dei posteri, per una costituzione avanzata che aboliva la pena di morte e istituiva il suffragio universale (anche se solo per i maschi), gli avversari invece erano accorsi per salvare il potere temporale del Papa e i  privilegi feudali messi in crisi.

Sempre oggi sul Sole 24Ore c’è un altro articolo, scritto da  Guido Barbujani -un professore ordinario di Ferrara, genetista che si occupa di genetica delle popolazioni ma anche di politica-, che ci ricorda come la meglio gioventù delle università italiane sta per essere sacrificata sull’altare del bilancio dello Stato dalla Finanziaria 2009.

Con la prima finanziaria Tremonti-Berlusconi si colpisce infatti duro il sistema univerisitario e i precari della ricerca per rifinanziare perversamente il bilancio dello stato.

Noi, come meglio gioventù,  resisteremo! Almeno ci proviamo.

Chissà Tremonti, Berlusconi e Gelmini  nel 1849 quale causa avrebbero scelto?

Se volete leggere l’articolo esemplare – risorgimentale – scritto dal prof. Barbujani (in quel pericoloso giornale anarcosindacalista del Sole 24Ore) Cliccate e scaricate

Annunci

Comunicato Firenze

19 settembre 2008

Si stanno tenendo molte assemblee in tutta Italia. Questo è un comunicato da Firenze e ci hanno chiesto di pubblicarlo sul Blog.

Gli altri interessati alla pubblicazione di  comunicati da altre sedi universitarie possono richiederlo esplicitamente in mailing list nazionale.

L’assemblea del Polo Scientifico e Tecnologico di Firenze, indetta dalla Federazione Lavoratori della Conoscenza della CGIL, e tenutasi il 18 Settembre 2008 presso il Blocco Aule del Polo, a Sesto
Fiorentino, alla presenza e con la partecipazione di studenti, ricercatori, docenti, personale tecnico
ed amministrativo, strutturati e precari, ha esaminato la situazione di grave criticità di tutto il
sistema pubblico della Formazione Universitaria e della Ricerca, sia a livello nazionale che nella
speci ca realtà fiorentina.
L’assemblea ha evidenziato che: Leggi il seguito di questo post »


Assemblea a Roma: Contro il DL 112, per l’università e la ricerca pubbliche

16 settembre 2008

“Il futuro dei bambini non fa rima con gelmini” cantano le agguerrite maestre e i genitori dei bambini delle elementari.

Contro il provvedimento del-la maestr@ unic@, contro i tagli dei finanziamenti e dei piani formativi.
Che dire del futuro dei precari universitari? E del futuro dell’istruzione superiore ed universitaria in toto? E del futuro della gestione (“governance”) degli atenei? E del futuro della ricerca? (Di quella pubblica, che quella privata non c’è mai stata).
Chi canta contro? Chi protesta? Chi si mobilita? Il decreto legge 112 è cosa fatta. Le molte minacce accademiche di Luglio contro i rovvedimenti governativi al momento risultano congelate (salvo possibili eccezioni…). Alcune mobilitazioni timidamente prendono piede (firenze, torino, ??).

E a Roma?

Per ora tutto tace. Per rompere il silenzio, per organizzarsi, per smascherare una volta ancora lo svilimento intellettuale (ed economico) dell’università, per rivendicare il ruolo fondamentale dei tantissimi precari ed i loro diritti, per chiedere al mondo accademico che tanto ha protestato – a cose fatte – contro la Gelmini di tener fede agli impegni presi rivolgiamo a tutti i precari dell’università e della ricerca e a chiunque abbia la voglia e la forza di mobilitarsi contro il DL 112 e gli interventi deleteri di questo e dei precedenti governi l’invito a partecipare ad un incontro

GIOVEDI` 18, alle ORE 17

in AULA 5 dell’edificio Fermi del Dipartimento di Fisica della Sapienza
Luca